Interpellanza sviluppo turismo oltrepò pavese (21-09-2012)

Voghera, 21 settembre 2012
Dott. Nicola Affronti Presidente del Consiglio Comunale
Dott. Giovanni Di Valentin, Assessore al turismo ed al marketing territoriale
Dott. Carlo Barbieri, Sindaco di Voghera

 

Oggetto: Sviluppo del turismo in Oltrepò Pavese
Tipo di risposta richiesto: in Consiglio Comunale

Premesso che:

La crisi economica in atto, rischia di peggiorare ulteriormente la situazione economica e occupazionale nel territorio dell’Oltrepò Pavese.
Il turismo, che fino ad ora non ha espresso appieno le sue potenzialità, rappresenta una delle poche opportunità possibili per il rilancio economico del nostro territorio.Considerato che:A seguito di una nostra indagine sono state riscontrate le seguenti motivazioni per il mancato sviluppo:
Mancanza di una strategia complessiva. Nel tempo sono state avviate diverse iniziative isolate che hanno occupato risorse, ma che non hanno raggiunto gli obiettivi. C’è la mancanza di una visione complessiva e di lungo termine dell’Oltrepò, si naviga a vista ed ognuno pensa ai propri interessi. La mancanza di una regia generale è il problema principale che impedisce lo sviluppo dell’Oltrepò Pavese.
Assenza della sinergia tra gli operatori del territorio. Troppo spesso i diversi attori dell’Oltrepo hanno agito in maniera slegata gli uni dagli altri, non permettendo la realizzazione di un’immagine complessiva del “marchio” Oltrepò Pavese e la creazione di economie di scala a livello di comunicazione e di sistema turistico.
Mancanza di un’identità riconosciuta e riconoscibile. Nonostante l’Oltrepò possa puntare su diversi valori, ma non ha un’identità univoca e chiaramente definita.
Non si è mai definito un messaggio forte ed univoco per tutto l’Oltrepò da diffondere costantemente nel tempo e in diverse sedi.
Assenza di promozione e pubblicità. Non si è investito adeguatamente nella diffusione del concetto di Oltrepò Pavese. Oggi semplicemente l’Oltrepò Pavese è semisconosciuto in Italia e completamente sconosciuto all’estero.
Scarsità di competenze manageriali. C’è l’incapacità generale di comprendere le evoluzioni del mercato turistico e di innovare sia da parte dei privati che delle istituzioni. Sono pochi gli operatori in grado di analizzare i flussi turistici, capire le tendenze e mettere a punto strategie chiare. L’importanza di Internet è fortemente sottovalutata, come anche la possibilità di comunicare in lingue diverse dall’italiano.
Mentalità e cultura locale. C’è una sensazione di isolamento da parte di alcuni operatori e l’orgoglio per il proprio territorio, se c’è, non viene adeguatamente diffuso.
Sono stati pochissimi gli imprenditori che si sono voluti mettere in gioco, anche rischiando.

 

Voghera deve diventare il collettore di un flusso turistico con manifestazioni di qualità in grado di generare interesse al di fuori dei soliti confini ed essere il punto di ingresso verso l’Oltrepò Pavese collinare.
Tutto ciò premesso e considerato, il sottoscritto Consigliere Comunale del Movimento Voghera 5 Stelle invita l’assessore al Turismo ed il Sindaco, a farsi portatori delle seguenti iniziative:
Voghera non deve limitarsi a stare a guardare, ma deve essere capofila nel progetto di promozione turistica dell’Oltrepò. Per questo è necessario un suo forte impegno con altri attori come Provincia di Pavia e Comunità Montana, oltre che con le associazioni e gli operatori turistici, al fine di avviare un progetto congiunto per lo sviluppo dell’Oltrepò
In collaborazione con la Provincia, progettare ed investire in una campagna di comunicazione per promuovere i valori dell’Oltrepò Pavese, anche al di fuori dei confini locali
Creare un punto informativo nella stazione di Voghera. Le possibilità sono molteplici: da un cartellone informativo, ad un chiosco interattivo, fino ad un vero e proprio infopoint. Ad esempio realizzato in collaborazione con la Provincia di Pavia e la Comunità Montana.
Attivarsi per modificare il nome dell’uscita autostradale A7 da “Casei Gerola” ad “Oltrepò Pavese” (esempi simili sono l’uscita “Versilia” della A12) e richiedere di inserire una nuova cartellonistica sia sulla A7 che sulla A21, con l’obiettivo di stimolare l’attenzione degli automobilisti ed invitarli a scoprire le nostre terre.
Supportare la nascita di una “filiera produttiva” legata al turismo in grado di coinvolgere settori diversi, dal marketing, all’informatica, dall’editoria alla comunicazione, dalle pubbliche relazioni all’internazionalizzazione.
La città deve imparare ad organizzare e gestire forme specifiche di accoglienza turistica (famiglie, coppie, business, studio, ecc.).
Progettare eventi di valore nazionale. I richiami storici e culturali per realizzare mostre ed eventi non mancano. Potrebbero essere l’occasione per omaggiare personalità legate a Voghera e attirare flussi turistici.
Ad esempio ispirandosi ad Alberto Arbasino e Carolina Invernizio sarebbe possibile realizzare un concorso letterario annuale. Oppure, essendo la città di nascita di Maserati, un raduno di auto con assegnazione di un premio simbolico.
O ancora il Castello potrebbe ospitare un museo dedicato a Valentino Garavani, ad esempio in collaborazione con le scuole di moda milanesi.
Il particolare il Castello rappresenta il luogo ideale per l’organizzazione di eventi con biglietto, gare o altre manifestazioni, e ciò è possibile anche prendendo spunto dai migliori eventi che vengono realizzati in Italia. Ciò che conta è la capacità di creare interesse.

 

 

Antonio Marfi
Lista Civica Movimento Voghera 5 Stelle

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close