70 milioni di euro per la costruzione di un nuovo inceneritore!

Dove non potè il PDL potè il PD!
E’ così che il progetto della centrale elettrica a “sorgo” di Casei Gerola, è destinato a concretizzarsi!

La centrale a sorgo di Casei Gerola è un impianto assolutamente inutile in quanto la produzione di energia elettrica in Lombardia ed in Provincia di Pavia e’ sovrabbondante rispetto ai consumi relativi.
Non si giustifica un impianto di questo tipo da nessun punto di vista, se non da quello della mera speculazione.

Il vero business non è fare qualcosa per il territorio ma approfittare dei soldi pubblici per far lavorare le solite imprese!

OGGI CENTRALE A SORGO
DOMANI INCENERITORE DI RIFIUTI

Il Presidente della Provincia di Pavia, Daniele Bosone (PD) riguardo alla Centrale a Sorgo di Casei Gerola di-chiara:
“il progetto e’ sostenuto da un colosso come Enel Green Power per cui non penso che facciano le cose con leggerezza o superficialità, ma tengano in conto soprattutto i criteri della sicurezza e del monitoraggio”
Vogliamo ricordare al Dott. Bosone che non molto tempo prima Enel Green Power proponeva di ricoprire le colline della valle Staffora con torri eoliche alte 150m, deturpando inesorabilmente il paesaggio e compromettendo inevitabilmente il poco turismo di quelle aree.
Un comportamento davvero virtuoso!

1) Quali garanzie offre Enel Green Power sulla possibilità che vengano bruciati “inavvertitamente” rifiuti speciali frammisti al sorgo come avveniva a Pavia nell’ inceneritore di Scotti Ener-gia?

2) Saranno presidiati 24 ore al giorno i nastri trasportatori per accertarsi che possa essere bruciata solo materia vegetale?
L’ ARPA, che non si e’ avveduta di quello che succedeva a Pavia nell’inceneritore di Scotti Energia, vigilerà davvero?

3) Perche’ non è prevista nel contratto una clausola che non possa consentire la trasformazione dell’impianto in un inceneritore a meno di una revisione drastica ed onerosa a livello impiantistico?

4) Che cosa brucerà la centrale se le coltivazioni di sorgo non dovessero garantire il quantitativo di materia vegetale sufficiente e se i coltivatori non riterranno sufficientemente remunerativo coltivare il sorgo per alimentare la centrale?

5) Chi si avvantaggia davvero da questo progetto?

L’impianto porterà vantaggi ad Enel Green Power, ai grandi pro-prietari terrieri della zona e a 25 occupati nella centrale.
Vi chiediamo se questo impianto vale tutto questo investimento a fronte di un vantaggio per così pochi?

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close