Grossi guai in Asm!

GROSSI GUAI IN ASM!

ABBIAMO UN PRESIDENTE DIMEZZATO, UN AMMINISTRATORE DELEGATO E UN DIRETTORE GENERALE

Sembra l’inizio di una barzelletta, ma purtroppo non c’è nulla da ridere.

Il presidente del Consiglio di Amministrazione, ex sindaco di Robecco Pavese fino al maggio del 2019, risulta incompatibile con gli incarichi conferitigli secondo la normativa in materia anticorruzione ed in particolare l’articolo 7 del Dlgs n°39 del 2013 che riguarda l’inconferibilità di incarichi a componenti di organo politico di livello regionale e locale.

La norma è chiara ma non per la nostra amministrazione cittadina:

“A coloro che nei due anni precedenti siano stati componenti della giunta o del consiglio della provincia, del comune o della forma associativa tra comuni che conferisce l’incarico, ovvero a coloro che nell’anno precedente abbiano fatto parte della giunta o del consiglio di una provincia, di un comune con popolazione superiore ai 15.000 abitanti o di una forma associativa tra comuni avente la medesima popolazione, nella stessa regione dell’amministrazione locale che conferisce l’incarico, nonché a coloro che siano stati presidente o amministratore delegato di enti di diritto privato in controllo pubblico da parte di province, comuni e loro forme associative della stessa regione, non possono essere conferiti:

a) gli incarichi amministrativi di vertice nelle amministrazioni di una provincia, di un comune con popolazione superiore ai 15.000 abitanti o di una forma associativa tra comuni avente la medesima popolazione;

b) gli incarichi dirigenziali nelle medesime amministrazioni di cui alla lettera a);

c) gli incarichi di amministratore di ente pubblico di livello provinciale o comunale;

d) gli incarichi di amministratore di ente di diritto privato in controllo pubblico da parte di una provincia, di un comune con popolazione superiore a 15.000 abitanti o di una forma associativa tra comuni avente la medesima popolazione”.

(articolo La Provincia pavese del 9/04/2020)

Un grave errore di chi ha presentato i candidati e di chi doveva controllare la compatibilità delle nomine.

UN ERRORE VOLUTO? I giochi di potere e di future alleanze in vista delle prossime elezioni comunali sono fatti sulla pelle dei cittadini, dell’azienda e dei lavoratori.

Serve trasparenza e scelte secondo merito e competenza invece si assiste all’ennesima farsa.

Non resta che aspettare le nuove elezioni amministrative e il nuovo sindaco per mandare a casa anche il CDA SBAGLIATO!

Per ora ci teniamo un Presidente Dimezzato che non ha nessuna delega (lo stipendio lo prende?) e un grosso potere concentrato in poche e solite mani.

Poi ci domandiamo perchè le cose non funzionano.

Voghera 5 Stelle

A.M.

Potrebbero interessarti anche...

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close