I quattro candidati del Movimento 5 Stelle per la provincia di Pavia si presentano

Ecco i candidati del Movimento 5 Stelle nel Consiglio regionale della Lombardia per la provincia di Pavia: Cesare Del Frate, Claudia Negri, Francesca Russo, Simone Verni.

 

CESARE DEL FRATE

Laureato a pieni voti in filosofia, in seguito ha lavorato in Università conseguendo un dottorato in sociologia. Parallelamente ha lavorato come capo-redattore prima e direttore poi di Diogene magazine, rivista nazionale di divulgazione culturale.

Negli ultimi anni ha lavorato come collaboratore sul territorio della Consigliera regionale M5S Iolanda Nanni.

In questo incarico ha seguito le varie tematiche del territorio tramite un lavoro di approfondimento documentale e coadiuvando l’elaborazione di azioni istituzionali.

Fra le tante tematiche affrontate: il progetto di impianto a pirolisi di Retorbido, l’inquinamento del torrente Coppa e le criticità del depuratore di Casteggio, la gestione dei rifiuti e la proposta di riconversione degli inceneritori di Parona e Corteolona, la vertenza Maugeri, il dissesto di bilancio del Policlinico S. Matteo, il dissesto di bilancio di Aler Milano, la promozione culturale e turistica della Certosa di Pavia, etc. etc.

Aderisce al MoVimento nel 2009, come attivista.

A seguito dell’inchiesta Infinito, che portò all’arresto di decine di supposti esponenti ndranghetisti in Lombardia, insieme a Iolanda Nanni creò un format informativo, “Se telefonando”, in cui si dava pubblica lettura delle intercettazioni fra esponenti delle ndrine e politici locali.

Nel 2011 fonda il Comitato antinucleare della Provincia di Pavia, e come referente del Comitato conduce la campagna referendaria con una serie di incontri pubblici e dibattiti affiancato da scienziati ambientalisti in tutto il territorio provinciale.

In seguito, fino al 2013, sarà uno dei referenti della Rete ambientalista che raduna oltre 30 Associazioni e Comitati ambientalisti della Provincia di Pavia, e partecipa come referente della Rete alla stesura di documenti e proposte su diversi temi quali ad esempio lo smaltimento dell’amianto, proposte sulla produzione ed uso sostenibile dell’energia etc

 

CLAUDIA NEGRI

Sono una fiera attivista “grillina” che ha sposato i princìpi etici e politici del MoVimento 5 Stelle dalla sua nascita, nel lontano 4 ottobre 2009. Ho sempre seguito con ammirazione gli spettacoli di Beppe Grillo in cui denunciava le scorrettezze della classe politica succube delle lobby. Sono iscritta al MeetUp della mia città dal 2009 quando era ancora “Amici di Beppe Grillo di Vigevano e della Lomellina” e ho il ruolo di “assistente dell’organizer”.

Mi sono sempre impegnata, anche a discapito del tempo dedicato alla mia famiglia, per far conoscere il programma del MoVimento, i/le portavoce e i risultati raggiunti. Ho approfondito i temi discussi nelle riunioni per poter controbattere a chi, di fede politica differente, si avvicinava al nostro gazebo con il preciso intento di schernirci o aggredirci. Ho imparato che la calma unita alla conoscenza, fa desistere i provocatori.

Perchè la candidatura alle regionali? Perchè il gruppo di attivisti di cui faccio parte, mi ha calorosamente invitato a proporla. La stima che nutrono in me è data dagli anni di attivismo che mi hanno fatto conoscere come una fiera attivista pentastellata. Troppe volte abbiamo dato fiducia a finti pentastellati che si sono rivelati un danno per l’immagine del MoVimento. “Uno vale uno” ma l’uno deve essere soprattutto un vero pentastellato! Se vogliamo continuare nel lavoro di trasparenza e legalità dobbiamo farlo con persone che siano riconosciute come valide dalla comunità M5S di cui fanno parte e questo è uno dei motivi che hanno portato i miei amici a chiedermi di proporla. Nel territorio in cui vivo il mio nome e la mia immagine sono associate al MoVimento. Sono orgogliosa di portare il simbolo del MoVimento ma potrei anche evitare di mostrarlo perché chi mi conosce sa che sono una fiera e storica guerriera a 5 stelle.

“Uno vale uno” e questo viene prima di tutto. A Vigevano, la mia città, sono sempre stata parte attiva del MoVimento, e prima ancora nei MeetUp e nelle realtà associative che chiedevano alla politica onestà e trasparenza.

Le tante occupazioni che ho svolto mi hanno permesso di conoscere vari settori e realtà produttive del mio territorio. Come segretaria, prima di un’impresa edile e poi presso uno studio notarile, ho maturato una discreta conoscenza del Codice Civile e ho acquisito familiarità con gli atti di acquisto e vendita. Sempre determinata a studiare e approfondire i temi, ho abbracciato presto la filosofia dell’open source, privilegiando per la mia vita privata e professionale sistemi informatici “aperti”, creati da chi condivide uno spirito di servizio per la comunità. Sono un’appassionata di tecnologia, ma anche di lavori manuali: cucito, maglia e uncinetto, un hobby antico, riscoperto da chi propone modelli di decrescita, che si è rivelato utile per il bilancio familiare. Ho gestito alcune attività commerciali e ho lavorato nel settore enogastronomico, affrontando anche turni massacranti, attività che mi hanno dato l’opportunità di ascoltare i racconti di quotidiane battaglie di sopravvivenza.

Come tante donne ho dovuto essere allo stesso tempo lavoratrice e madre: mi sono occupata anche di bambini, i compagni di scuola di mio figlio, che ho seguito nel loro percorso di crescita con passione e dosi di psicologia Con lo stesso spirito di servizio mi sono occupata di anziani: accompagnandoli alle visite, confortandoli nei momenti di difficoltà, assistendoli nelle loro necessità e ricevendone quella fiducia che mi ha portato a relazionarmi con medici, assistenti sociali, specialisti.

Durante il primo anno di liceo linguistico ho trascorso un periodo di studio a Londra per migliorare il mio inglese, lingua che ho iniziato a studiare dall’età di sei anni. Il mio percorso scolastico mi ha fornito strumenti sufficienti per rapportarmi con persone e linguaggi diversi, ma la vera scuola per me è stata l’esperienza quotidiana, fatta di confronto, di disposizione all’ascolto, tra la gente, nei quartieri, durante i tanti banchetti sotto la pioggia per difendere le idee in cui credo, dalle iniziative a difesa dell’ambiente alle manifestazioni per sensibilizzare la società civile ai valori di partecipazione e onestà, valori cardine del M5S che io vorrei contribuire a far diventare i pilastri sui cui ricostruire la mia città, la mia regione e l’Italia tutta!

Essere Portavoce del MoVimento è una grande responsabilità: si deve lottare per riportare la trasparenza, la legalità, la democrazia e la voglia di riavvicinare le persone alla politica. Mi impegno a promuovere battaglie in difesa dell’ambiente che, in terra di Lomellina, non è dei più salubri. Mi impegno a salvaguardare le zone di interesse agricolo e boschivo evitando la realizzazione di inutili gettate di asfalto e combattendo sia contro lo spandimento di fanghi che dei gessi di defecazione che arricchiscono gli speculatori e impoveriscono/avvelenano i campi e le falde acquifere. “Siamo ciò che mangiamo” è una frase circolare: ambiente sano crea persone sane. Mi impegno a promuovere l’uso di mezzi non inquinanti, il car sharing, il car pooling, i mezzi elettrici e il potenziamento del trasporto pubblico. Mi impegno a lottare per l’incremento delle piste ciclabili e il ripristino di quelle in abbandono.

Mi impegno, in buona sostanza, a rispettare i 12 articoli della “Carta di Firenze”. Mi impegno a lottare affinché le persone con disabilità vedano riconosciuti i propri diritti. Mi impegno a combattere sia per la tutela degli animali d’affezione che d’allevamento promuovendo uno stile di vita ecosostenibile e ecocompatibile. Mi impegno a essere il mezzo che porta la voce delle persone nelle Istituzioni rispettando quanto scritto nel “Codice di comportamento M5S”, ai valori fondanti, al codice etico e politico del MoVimento. Mi impegno a continuare con la stessa perseveranza, le battaglie fatte dalla nostra portavoce uscente Iolanda Nanni. La sua grinta ci ha insegnato quanto sia indispensabile essere presenza assidua e impegnata sul territorio lomellino.

 

FRANCESCA RUSSO 

La mia passione per il sociale mi ha sempre portato a scegliere sin dall’adolescenza il liceo socio psico pedagogico che, oltre a costruire le basi per gli studi successivi mi ha permesso di accedere all’insegnamento nella scuola primaria e dell’infanzia. Ho infatti conseguito la laurea triennale e specialistica in Psicologia e sono ancora oggi regolarmente iscritta all’albo degli psicologi. Attualmente sono iscritta al corso di laurea magistrale in Programmazione e Gestione delle Politiche Sociali, che concluderò a breve e che mi permetterà di accedere all’esame di stato per l’iscrizione all’albo degli assistenti sociali. I tirocini che ho svolto mi hanno permesso di conoscere il funzionamento dei consultori familiari, dell’USSM e di alcune comunità alloggio e terapeutiche. Ho, inoltre, lavorato in diverse realtà locali, in qualità di volontaria del servizio civile, educatrice e psicologa presso strutture di assistenza sociale, quali comunità alloggio per minori italiani e stranieri, per donne vulnerabili ed in Comunità Terapeutiche per il trattamento delle dipendenze. Inoltre per due anni sono stata maestra nella scuola primaria. Ho abbracciato subito i valori del M5S, ma ho iniziato a seguirlo attivamente dal 2012. Sono a Pavia dal 2015 ed ho continuato a credere nei valori di partecipazione e cittadinanza attiva che il movimento persegue. Ho quindi iniziato a frequentare i gruppi locali, imparando a conoscere le problematiche del territorio pavese e l’anno scorso sono stata nominata referente per le comunicazioni del comune di Certosa di Pavia. Rifiuti, ambiente, fanghi, salute, sfruttamento del suolo, inceneritori, trasporti e strade sono solo alcuni dei temi più importanti che questa provincia deve affrontare e gestire in maniera più adeguata e sostenibile.

Mi sono candidata sempre con il M5S alle elezioni amministrative del 2013 nel mio precedente comune di residenza: Aci Sant’Antonio (CT). Purtroppo la lista presentata non è riuscita a raggiungere il quorum per ottenere alcun consigliere.

Mi sono avvicinata al M5S nel 2012 ed iscritta ufficialmente nel sito nel 2013. Ho frequentato da attivista il meetup del mio precedente comune ed attivato delle campagne di sensibilizzazione sui temi del territorio. Nel 2015 ho iniziato a lavorare a Pavia e mi sono avvicinata al M5S della provincia e di Cura Carpignano, seguendo le 2 campagne referendarie con gazebi itineranti e svolgendo la rappresentante di lista nei seggi elettorali. Nel 2016 ho aperto un nuovo meetup a Certosa di Pavia e sono stata nominata referente per le comunicazioni di quel comune. Nel frattempo ho partecipato ad eventi organizzati dal M5S ed ho fatto rete con altri attivisti della provincia sui temi dei rifiuti.

Nel 2002 mi sono diplomata al liceo socio- psico- pedagogico, titolo che ad oggi mi qualifica per il lavoro di docente nella scuola primaria e dell’infanzia. Ho infatti lavorato per due anni nell’ I. C. di Certosa di Pavia. Mi sono laureata in Scienze e Tecniche Psicologiche (laurea triennale) ed in Psicologia (laurea specialistica), a seguito della quale mi sono abilitata alla professione di psicologa ed iscritta alla sezione A dell’ordine degli psicologi della Sicilia, al quale sono ancora regolarmente iscritta. Ho, inoltre, sostenuto tutti gli esami previsti dal corso in Programmazione e Gestione delle Politiche Sociali e sto preparando la tesi per il conseguimento della laurea. Ho frequentato diversi corsi di formazione, tra i quali quello per consulente tecnico d’ufficio. Ho iniziato a lavorare nel 2005, cambiando diversi lavori e settori. Le esperienze più significative si riferiscono sicuramente a quelle in campo sociale e formativo. Oltre all’insegnamento nella scuola primaria, ho avuto il piacere di poter tenere un modulo di comunicazione all’interno di un corso di formazione regionale. Nel sociale ho lavorato con grande passione in ogni struttura sia stata inserita, come volontaria, educatrice e psicologa. In particolare un valore importante hanno assunto le mie esperienze nel consultorio familiare, nelle Comunità Alloggio per minori, per richiedenti asilo, per donne vulnerabili ed ultima in ordine cronologico per il trattamento delle dipende. 

Il desiderio di cambiare un sistema ormai corrotto ed opportunista mi ha sempre spinto ad attivarmi sul territorio e ad impegnarmi per il bene comune. Ho ritrovato nel M5S le idee ed i valori che contraddistinguono il mio pensiero e che voglio portare avanti nelle istituzioni, così da poter potenziare le possibilità di un cambiamento reale ed efficace. Ho tanta voglia di poter “servire” il mio territorio ed i cittadini. Amo il contatto con la gente e ritengo sia fondamentale lavorare partendo dalle esigenze delle persone ed instaurare una comunicazione chiara, trasparente e diretta. Offro la mia disponibilità ad assumere le “Responsabilità” che tale ruolo definisce. Sono pronta a farlo anche perchè so che il M5S è un grande gruppo che si sostiene e farne parte per me sarebbe un enorme Onore. Non dimentico gli oneri connessi, che mi impegnerò, qualora fossi eletta, a sostenere nell’interesse di tutta la collettività.

 

SIMONE VERNI

Sono nato Voghera il 30/12/75, cresciuto in Oltrepo pavese e risiedo a Casteggio (PV) dal 2012; varie esperienze lavorative mi hanno portato a vivere anche in altre città italiane, quali Torino, Udine, Bologna e più recentemente Roma, dove, sempre per ragioni lavorative, trascorro regolarmente diversi giorni a settimana.

Laurea in Scienze Politiche Comparate e Cultura Europea;

l’esperienza universitaria è stata entusiasmante, seppur faticosa, perché ho frequentato l’università mentre lavoravo come operaio turnista e contemporaneamente svolgevo il mio servizio educativo negli scout; ciononostante ho conseguito la laurea in corso e a pieni voti.

Dal 2015 sono impiegato in Direzione Generale di Sara Assicurazioni Spa e ricopro un ruolo tecnico in ambito di risk assessment per l’assunzione di rischi direzionali relativamente ai danni Rami Elementari (incendio, furto, RC, ecc.);

dal 2007 al 2015 sono stato impiegato in Direzione Generale di Ala Assicurazioni Spa nell’ ufficio Gestione Portafoglio – Assunzione; sono stato collaboratore Servizio Antifrode;
 
dal 01-02-07 al 31-07-07 ho lavorato come Responsabile al monitoraggio-verifica-controllo della qualità della produzione (additivi e colore) e dal 05-11-02 al 31-01-07 come operaio turnista (studente lavoratore) nello stabilimento di Rivanazzano di Bormioli Rocco e Figlio Spa;
 
dal 01-07-2000 al 30-10-2002 ho lavorato per Kursana Residence Scarl nel settore socio-assistenziale (sanitario, ristorazione, pulizie, ecc) come Direttore di strutture e ho partecipato allo start-up e conseguente gestione delle seguenti struture: R.S.A. di Avigliana (To); I.G.A. di Udine; Struttura Protetta di Figino Serenza (Co), C.diR. di Trivolzio (Pv); D.diR. di Presso (Mi); solo gestione della Casa Albergo di Rovello Porro (Co). Le principali mansioni erano la responsabilità del personale dal punto di vista amministrativo, organizzativo e gestionale (selezione, distribuzione dei turni, ecc.); responsabilità dell’espletamento del servizio (socio-sanitario-assistenziale, ristorazione, pulizia, animazione, portineria, infermeria, fisioterapia, lavanderia, ecc); responsabilità, con la supervisione del Capo Area, del budget dell’unità affidatami (attrezzature, materiale di consumo, costi di ristorazione,…); mantenimento delle relazione con i responsabili degli Enti che hanno affidato l’appalto (Asl, Enti pubblici, Privati, ecc.) e con i rappresentanti dei lavoratori per tutti gli aspetti inerenti il corretto sviluppo del contratto d’appalto;
 
dal 1996 al 2000 sono stato titolare di esercizi commerciali (bar e totoricevitoria).

Per alcuni anni ho ricoperto l’incarico di R.L.S. aziendale.

Ho trascorso più di 20 anni nello scoutismo; sono entrato nell’AGESCI da ragazzino e in seguito ho svolto il mio servizio educativo in tutte le Unità; ho fondato il branco dei lupetti a Voghera, ho fatto l’assistente nei CFM RS e sono entrato a far parte della rete formatori, per poi concludere il mio servizio educativo con l’incarico di Capo Gruppo;

ho svolto il servizio militare nell’arma dei Carabinieri e quando mi sono congedato sono stato eletto membro del consiglio direttivo della sezione vogherese dell’associazione carabinieri in congedo;
 
ho ricoperto il ruolo di segretario della Consulta dei Servizi Sociali e del Volontariato del Comune di Voghera;

nel 2007 è iniziata la dura vita del pendolare che mi ha portato a conoscere il Coordinamento Provinciale Pendolari Pavesi e Iolanda Nanni;

5 anni fa sono stato eletto come Rappresentante dei Viaggiatori alla Conferenza Regionale TPL di Regione Lombardia e insieme ai mie colleghi rappresentanti dei viaggiatori ho lottato in difesa dei diritti dei viaggiatori frequentando tutti i livelli istituzionali: l’Assessorato alla Infrastruttura e Mobilità della Provincia di Pavia e della Regione Lombardia, la Conferenza regionale TPL, i tavoli di Quadrante, le audizioni in Commissione V, le aziende di servizio, le associazioni sindacali di categoria, ecc; l’incarico di rappresentante dei viaggiatori alla conferenza regionale TPL, insieme all’esperienza vissuta in prima persona mi porta in maniera naturale a considerare i trasporti l’ambito in cui spendermi maggiormente a livello regionale, insieme al tema dell’ambiente e dell’inquinamento, che non può più essere rinviato: la Regione Lombardia è l’area più inquinata d’Europa e la provincia di Pavia è la pattumiera della Lombardia, una vera e propria terra dei fuochi ….è una situazione inaccettabile che grida vendetta e che non può più essere trascurata.

Nel 2005, prima dell’avvento del M5S, sono stato candidato al Consiglio comunale di Voghera con una lista civica appoggiata da Verdi, Italia dei Valori, Rifondazione Comunista e Comunisti Italiani e con il M5S ho partecipato alle successive due elezioni amministrative di Voghera come candidato al Consiglio comunale;
 
nel 2013, trasferitomi a Casteggio (PV), ho dato il mio contributo per l’apertura del Gruppo degli attivisti M5S di Casteggio.
 
I miei studi in Scienze Politiche sono mossi dalla convinzione che la “buona politica” sia lo strumento principe per poter migliorare l’ambiente e la vita delle persone. La politica – come sosteneva Aristotele – è l’arte nobile, è il mezzo più alto per far comprendere all’uomo chi egli è e quali siano le proprie capacità. La politica, allora, è una dimensione costitutiva dell’essere umano, attraverso la quale l’uomo scopre il valore del bene comune;
da decenni Regione Lombardia è stata amministrata da una classe politica legata a doppio filo a interessi di partito e di categorie di potere, lontani dalle reali necessità dei cittadini lombardi;
ho deciso di presentare la mia candidatura perché tale situazione non è più sopportabile e perché se le persone oneste restano sempre lontane dalla politica a dire che tutto va male e che sono tutti disonesti, la situazione non migliorerà mai, anzi sarà solo destinata a peggiorare e si lascerà sempre ai disonesti il potere di gestire il bene comune e le nostre vite;
il mio desiderio è quello di contribuire in prima persona al cambiamento proposto dal Movimento 5 Stelle, per riportare al centro dell’attività legislativa e amministrativa le reali istanze dei cittadini.

Potrebbero interessarti anche...

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close