MOZIONE – Diretta streaming delle sedute del Consiglio comunale

In occasione delle elezioni comunali del 2015, di fronte ai vogheresi, ci assumemmo l’impegno, come Movimento 5 Stelle, di rendere il Consiglio comunale “una casa di vetro”.

Per tenere fede alla parola data nell’autunno del 2015 presentammo una mozione, sottoscritta anche da una parte degli altri Consiglieri di opposizione, con cui chiedemmo al Sindaco Barbieri e alla Giunta di impegnarsi a istituire, all’interno della Commissione Affari Generali, un gruppo di lavoro al fine di studiare e redigere un regolamento per la trasmissione audio e video delle sedute del Consiglio comunale.

La mozione, discussa nel Consiglio comunale del 6 ottobre 2015, fu bocciata dalla maggioranza (16 voti contrari) con il solo voto favorevole dell’ opposizione (9 voti favorevoli): Caterina Grimaldi, prima firmataria, Ghezzi, Gallotti, Balduzzi, Alfassio, Sartori, Tura, Torriani e Maiola (quest’ultimo poi passato in maggioranza con FI ndr).

Il Presidente del Consiglio comunale si prese allora, solo verbalmente, l’impegno di valutare la questione, verificando innanzitutto se vi fosse la disponibilità di fondi per l’acquisto delle apparecchiature per realizzare riprese istituzionali e di chiedere, nel frattempo, a Radio Voghera se intendesse riprendere le dirette dal Consiglio comunale.
Impegno a cui, dal reinsediamento della Giunta Barbieri nel febbraio del 2016 dopo la ripetizione del ballottaggio, non sono più seguiti aggiornamenti.

Considerando che la situazione da allora non è cambiata ripresentiamo la mozione, sottoscritta anche da altri Consiglieri di opposizione (Ghezzi, Balduzzi, Gallotti e Alfassio, non dalla Lega che,con Sartori e Albini, si è comunque verbalmente impegnata a votarla).

Dopo il disimpegno da parte di Radio Voghera, infatti, si è reso necessario individuare nuove modalità per portare a conoscenza dei cittadini ciò che viene discusso e deciso all’interno delle assemblee pubbliche del Comune di Voghera.

L’obiettivo è realizzare per tutti, rappresentanti delle istituzioni e cittadini stessi, un’autentica e reciproca collaborazione basata sull’informazione e sulla trasparenza.
Vogliamo che tali sedute siano trasmesse via web, in tempo reale e in differita, per garantire la più larga diffusione possibile dei lavori dell’assemblea, consentendo anche a chi è impossibilitato ad assistervi per motivi di salute, di lavoro o altro di rimanere sempre aggiornato.

La trasmissione via web delle sedute del Consiglio comunale è prassi ormai diffusa nella maggior parte dei Comuni italiani.
Vi sono, inoltre, elementi legislativi, come ad esempio il “Codice dell’Amministrazione Digitale”, che favoriscono l’uso di nuove tecnologie per promuovere una maggiore partecipazione dei cittadini alla vita politica.

Auspichiamo, dunque, che il Sindaco e l’Amministrazione comunale prendano in seria considerazione la nostra proposta.

Esistono anche servizi a pagamento per implementare in modo rapido ed efficace la soluzione, tipo Magnetofono 2.0.

Qui il testo integrale della nostra mozione.

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close