W SILLA! – di Caterina Grimaldi, Consigliere Comunale M5S Voghera

A Voghera è necessario implementare in tempi brevissimi un modo efficace di raccolta differenziata dei rifiuti urbani mediante il sistema porta a porta con tariffa puntuale, iniziando in parallelo un percorso che vada oltre la raccolta, la differenziazione e il riciclaggio, puntando sulla riduzione nella produzione dei rifiuti che porti la città ad ottenere il riconoscimento di “Comune Rifiuti Free”.

Ottengono il riconoscimento di Comune Rifiuti Free, quelle località in cui i cittadini avviano allo smaltimento (rifiuti ingombranti compresi) meno di 75 Kg di rifiuti pro capite all’anno.

L’Amministrazione Comunale di Voghera, al contrario, ha dimostrato sino ad oggi di voler giocare al ribasso su questo tema, infatti, ancora oggi Voghera è inchiodata ad un misero 33% rispetto al minimo di legge pari al 65% fissato entro il 2012.

Risulta evidente che pur di mantenere questo basso profilo, la stessa Amministrazione Comunale oggi si aggrappi ad una disposizione legislativa che incrementa di soli 2 punti percentuali il dato previsto nel 2012, spostandone il raggiungimento al 2020, a conferma di un ritardo decennale il cui danno – in termini di peso economico dei costi della tariffa di smaltimento a carico degli utenti e di peggioramento della qualità della vita di tutta la comunità – sarebbe interessante quantificare.

Sembra quasi che si voglia far credere ai cittadini che quella di legge sia una soglia invalicabile, in realtà è assolutamente consentito superare il 67% di raccolta differenziata, tanto è vero che molti Comuni italiani, da nord a sud, hanno raggiunto soglie che superano anche l’80%.

Nella Provincia di Pavia e a pochi Km da Voghera, si trova un esempio concreto di come questo obiettivo sia raggiungibile, rappresentato dal Comune di Zenevredo dove si raggiunge l’84% di raccolta differenziata e solo 25 kg di rifiuti prodotti pro capite all’anno (Comune al primo posto nella classifica 2015 dei Comuni Rifiuti Free).

Il mantenimento di quel 33/35% di rifiuti indifferenziati deve forse soddisfare gli interessi dei proprietari dell’inceneritore SILLA/A2A, a cui ASM Voghera conferisce i rifiuti della città?

Caterina F.M. Grimaldi – Portavoce M5S Voghera

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close