consiglio 24-06-2013 Intervento Consigliere Marfi sul Bilancio Previsionale 2013-06-26

Consiglio Comunale del 24-06-2013.

Intervento Consigliere Marfi sul Bilancio Previsionale 2013-06-26

Penso sia il bilancio più difficile per questa amministrazione, per diversi motivi:

  1. E’ il primo bilancio ad essere approvato dopo il rinvio a giudizio del Sindaco Carlo Barbieri;

  2. e’ il bilancio dei malumori della Lega Nord, che solo pochi giorni prima del voto in Consiglio Comunale, si accorge di un documento pieno di aumenti e che va a gravare sui soliti contribuenti, che sono poi, i cittadini che risentono maggiormente della crisi economica. Una posizione, quella della Lega, che è formulata in un momento in cui sono in discussione le Nomine di ASM Voghera e di altri consigli di amministrazione che devono essere rinnovati. Una lega nord, che si è dimenticata come si può incidere nella stesura del bilancio comunale. Magari facendo emendamenti oppure portando contributi,nelle riunioni di maggioranza previste per la formulazione del bilancio previsionale 2013. Inoltre la lega nord, poteva portare il proprio contributo nelle commissioni consiliari, alle quali, ha preferito non partecipare. Mi chiedo però, come mai le scelte fatte da ASM Voghera SPA, nell’acquisto di ASMT Tortona non siano state portate a conoscenza di questo consiglio, perché è giusto ricordare che votare questa relazione programmatica e questo bilancio, significa anche avallare totalmente le scelte di ASM Voghera SPA.

  3. Terzo motivo, minori trasferimenti da Regione e Stato. Uno Stato che ancora una volta si dimostrato lontano dai comuni. Uno Stato o forse è meglio dire un Governo, che fino ad oggi ha solamente posticipato il pagamento dell’Imu, e che forse posticiperà l’aumento dell’IVA, ma che realmente non ha ancora agito nella riduzione dei sprechi e nel rilancio dell’economia italiana. Poi il famoso federalismo fiscale più volte citato nella relazione programmatica, ha fondamentalmente lasciato ai comuni l’onere di recuperare i minori trasferimenti, che non sono stati seguiti da una riduzione della pressioni fiscale a livello centrale.

  4. Inoltre è doveroso far notare che molti sindaci hanno protestato contro la riduzione dei trasferimenti statali e contro la morsa del patto di stabilità, ma non ho trovato, cercando anche nei numerosi comunicati stampa pubblicati sul sito internet del comune di Voghera, azioni efficaci da parte del Sindaco Carlo Barbieri.

Fondamentalmente questo bilancio è costruito sulle poltrone che si devono assegnare nei consigli di amministrazione. Qualcuno ha avuto la sua parte, qualcun altro no. Soprattutto saranno i cittadini a non aver niente da guadagnarci visto che, ormai, da diverso tempo questa Giunta raggiunge il famoso pareggio con molti aumenti:

  • dell’addizionale comunale, che passa da 2.35743675 a 4.335.500 con un incremento di 1.950.500;

  • aumento dei servizi a domanda individuale(asili nido, pre e post scuola,Servizio assistenza domiciliare anziani) senza però fare un ragionamento serio di come ridurre i costi dei servizi.( Pensiamo agli asili nido, per l’assessore al bilancio, è un servizio di lusso che il comune potrebbe anche non erogare, lasciando tutto ai privati). Io invece penso che si debba arrivare ad una riduzione dei costi, magari x esempio facendo pagare i pannolini ai genitori e eliminando il servizio lavanderia e stireria che ancora viene erogato intervenendo sui costi dell’energia che sono elevati a causa di edifici non isolati termicamente);

  • Aumento dovuto all’istituzione della TARES che prevede un gettito di 6.750.000(+tributo ambientale provinciale 350.000), della quale secondo me, va monitorata costantemente la correttezza delle stime di gettito, al fine di verificare la possibilità di eventuali riduzioni del tributo;

  • Poi abbiamo una previsione di maggiore gettito IMU dovuto ad una minore competenza dello Stato.

  • Aumento dei diritti di segreteria

  • Aumento dei biglietti per la sosta delle auto

A sottolineare che il mercato immobiliare e che l’edilizia sono in netta frenata, c’è da rilevare i minori trasferimenti in entrata dei proventi a costruire di privati e imprese(circa 930.000);

Deve essere approfondito il tema delle alienazioni pubbliche che prevede una riduzione di entrata di 784.500. Che si fa, si svende? Se non la smettiamo con la concessione di nuove aree edificabili, nessun costruttore, ripeto nessun costruttore, vorrà impegnarsi in attività di riqualificazione degli immobili che ad oggi il comune non utilizza più e vuole alienare.

E’ importante aumentare la lotta all’evasione con azioni che non devono solo essere rivolte a chi fa mendaci autocertificazioni, ma affrontare con coraggio anche quei ricchi proprietari di alloggi che affittano i locali di abitazione in nero. Cercare con azioni incentivanti o premianti chi affitta abitazioni di proprietà a cittadini che sono in graduatoria per la casa popolare, per stimolare una maggiore coesione sociale. Sollecitare la società che gestisce gli alloggi residenziali pubblici, l’ ALER, a fare interventi di riqualificazione delle abitazioni per rispondere alla crescente domanda di alloggi e per rendere dignitosa la qualità degli alloggi.

Ho letto anche la relazione programmatica e mi sono soffermato a pag. 68 sul tema della digitalizzazione dell’attività amministrativa. Credo che sia necessario per noi consiglieri comunali, iniziare a dare il buon esempio e fare in modo che tutta la documentazione inerente la nostra attività di consiglieri sia in formato digitale ed inviata per mezzo di posta elettronica o ritirata presso gli uffici competenti in formato digitale. Risparmieremmo sicuramente in carta e denaro e potremmo convogliare le risorse umane per altri servizi necessari alla collettività.

Il servizio cultura che nel tempo è quello a cui sono state allocate molte risorse ed è quello che ha offerto nuove attività culturali, potrebbe studiare una forma di approvvigionamento di risorse economiche con l’emissione di biglietti o carnet per manifestazioni a pagamento. Non è pensabile che si aumentino i servizi a domanda individuale e le aliquote addizionali e le mostre e gli eventi culturali siano sempre tutte gratuite. Voglio ricordare che ciò che offriamo gratuitamente è sempre un costo per il comune.

La biblioteca con tutti i finanziamenti ottenuti dovrebbe diventare un forte centro di attrazione giovanile. La biblioteca, come hanno fatto a Rovereto, dovrebbe svolgere un lavoro di stimolo alle attività dei giovani e potrebbe essere un punto per lo sviluppo di una progettualità più articolata con la gestione e proposta di spazi di coworking e laboratori. In piccoli paese la biblioteca è un centro di aggregazione, a Voghera, a sensazione di molti cittadini, è un punto isolato di accumulo di volumi.

Per gli investimenti, bisogna ricordare il Consiglio Comunale aperto sul lavoro o ritornare all’ultimo Consiglio Comunale nel quale, ho descritto gli interventi di riqualificazione che alcuni comuni fanno su edifici comunali, destinandoli al coworking e alle startup di giovani imprenditori. In quel consiglio ho ricevuto diversi riscontri positivi da alcuni consiglieri della maggioranza. Abbiamo quindi analizzato il pianto triennale dei lavori pubblici ed abbiamo scoperto che è intenzioni di questa amministrazione intervenire su un tratto di 150 mt di strada di via Carso, oggi non utilizzabile. Il comune vuole impegnare la cifra di 255.000 euro dei quali 126.000 di soli espropri. Su questo punto abbiamo presentato un emendamento, che prevede di avviare quel progetto che vi ho descritto lo scorso consiglio comunale.(creare spazi all’interno della caserma di cavalleria, per facilitare l’imprenditoria giovanile e le start up di impresa, con la creazione di forme di coworking…..).

L’emendamento non è passato per motivi tecnici legati al finanziamento dell’opera e all’impossibilità di modificare il piano triennale delle opere pubbliche. Il messaggio comunque è chiaro, se si vuole intervenire con progetti di stimolo all’imprenditoria giovanile e alle nuove forme di impresa, la strada da percorre è quella che veniva esposta in quell’emendamento. Quindi cari consiglieri, quando si discute di bilancio, dimenticatevi le poltrone, e ricordatevi dei cittadini di Voghera e del loro futuro. Le incertezze, è vero sono tante, ma alcune azioni bisogna avere il coraggio di intraprenderle, ma questa amministrazione, non vuole rischiare.

Rimane sempre aperta la questione del Teatro Sociale, cha ad oggi non ha ancora avuto risvolti chiari, ma solo articoli di giornali. E’ stata una promessa elettorale e da anni la fondazione cariplo interviene con finanziamenti per sistemare i beni pubblici della città.

Non si capisce perchè ad ora nessuno abbia ancora pianificato un intervento e risposto all’appello degli intellettuali.

Non basta scrivere due righe ed invitare a fare proposte, quando non c’è poi materialmente nessuna intenzione di accoglierle.

Non si riesce a capire dalla relazione programmatica e dallo schema di bilancio se il Comune è riuscito a partecipare al bando del ministero delle finanze per la ristrutturazione, l’adeguamento e la messa norma di impianti sportivi, vista la continua esigenza di offrire spazi di aggregazione sempre più adeguati e competitiva. Un bando da 23.000.000. a cui possono partecipare enti pubblici e società sportive senza fini di lucro.

Questo per ricordare che un lavoro integrato di ricerca di finanziamenti e un lavoro continuo degli uffici competenti, svincolando gli interventi agli interessi politici, può permetterci di arrivare ad avere un patrimonio edilizio migliore e strutture adeguate alle richieste degli utenti.

Per i motivi sopra esposti, il mio voto è contrario.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close