Raccolta differenziata Porta a Porta

L’amministrazione non mantiene le promesse

Il progetto dell’Assessore Di Valentino prevedeva l’avvio della raccolta differenziata PaP per l’estate del 2011 per arrivare al 60-65% di raccolta differenziata per l’ anno 2012.

Ad ora niente è stato fatto!!!

L’amministrazione non è in grado di avviare progetti che in altre zonedella provincia sono già una realtà concreta.
Anche a Pavia, amministrata dal PDL, si sta facendo la raccolta Porta a Porta. Rimaniamo il fanalino di coda della Provincia.

La loro soluzione per lo smaltimento dei rifiuti è affidarsi all’inceneritore di Parona (Vigevano) e far cassa aumentando la Tassa sui rifiuti ai cittadini

La nostra cittá ha un impianto per trattare i rifiuti organici costato 4 milioni di euro, ma siccome a Voghera la raccolta degli scarti alimentari (il cosiddetto “umido”) non si fa, l’impianto è sì utile, ma non alla sostenibilitá ambientale dei vogheresi, i cui rifiuti della cucina continuano a essere bruciati all’inceneritore di Parona.

Ci prendono in giro parlando di alti costi per la realizzazione della raccolta differenziata porta a porta e poi vengono spesi milioni per un impianto inutilizzato.

RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA
Cronologia di una promessa mancata

Settembre 2010: Mozione presentata dal Movimento Voghera 5 Stelle ed i partiti di minoranza in merito alla raccolta differenziata porta a porta

Dicembre 2010: Evento del Movimento Voghera 5 Stelle sulle metodologie della raccolta porta a porta. La presenza dell’Assessore all’ Ambiente del Comune di Voghera La presenza dell’Assessore all’ambiente del Comune di Voghera, Di Valentino, e di molti cittadini, faceva ben sperare per un interesse concreto dell’Amministrazione.

Marzo 2011: Convegno dell’ Assessorato all’ Ambiente del Comune di Voghera in cui viene presentato il progetto di raccolta differenziata Porta a porta che ASM Voghera ha avuto incarico di produrre.
Il progetto prevedeva lo start-up della raccolta differenziata PaP per l’estate del 2011 per arrivare al 60-65% di raccolta differenziata per
l’ anno 2012.

Maggio 2012: Risultato finale: Prelevare i soldi dei cittadini aumentando la Tarsu di quasi il 2% per far tornare i conti! Nessun investimento, costi più alti e raccolta differenziata ferma al 27,4%, una percentuale tra le peggiori della nostra provincia e nella regione Lombardia. Per il 2012 la quota percentuale da raggiungere avrebbe dovuto essere del 65%, un obbligo di legge che, se non rispettato, determinerà sanzioni per il comune e ulteriori aumenti sulla bolletta dei cittadini.

Il movimento 5 stelle ha pertanto proposto una nuova interpellanza al Sindaco e alla sua Giunta affinchè:
– risponda in merito alla reale e concreta applicazione del progetto di raccolta porta a porta;
– risponda in merito alle date di partenza del progetto di cui sopra;
– si interfacci con la Provincia di Pavia per rivedere il contratto di smaltimento rifiuti con Lomellina Energia al fine di ottenere condizioni più favorevoli all’ adozione di un sistema di raccolta differenziata PaP quale quella di ridurre drasticamente la minima quantità di rifiuti garantita.
– risponda in merito al motivo per cui il Bando di Gara di ASM Voghera per il trasporto dei rifiuti indifferenziati preveda una quantità di rifiuti indifferenziati di 40.000 T ben sapendo che, nel caso di avvio del progetto di raccolta differenziata PaP tale quantità di rifiuti indifferenziati si ridurrebbe considerevolmente rispetto alle 19.000 T effettive smaltite nel 2010.

Leggi tutta l’interpellanza

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close