La provincia è contraria all’impianto Echovit

Ascoltate la traccia audio completa dell’intervento del Presidente della provincia Bosone avvenuto in data 29 luglio presso l’asilo di Medassino.
Moderatore dell’incontro: Luca Uttini, comitato cittadino di Medassino

Da tempo i cittadini di Medassino aspettavano una risposta concreta dal presidente della provincia sul caso Echovit.

Il presidente Bosone ha espresso un parere contrario all’impianto Echovit e si è dimostrato interessato ad esaminare il caso in modo più dettagliato. La vicinanza al centro abitato e la presenza di problematiche gravi legate all’esondazione del Cavo Lagozzo hanno per ora fatto sì che la provincia fermasse la pratica in attesa di valutazione.
La provincia ha richiesto  alla ditta Echovit uno studio idrogeologico in cui si dimostri che quella zona non è soggetta all’inondazione delle acque del cavo Lagozzo.

Questa richiesta offrirebbe un’opportunità all’azienda per giustificare il proprio intervento, ma dall’altra parte si infrangerebbe contro la realtà della situazione: l’esondazione del cavo lagozzo è frequente  e su tutte le cronache cittadine.

Inoltre si è parlato di una possibile revisione del piano d’ambito provinciale che secondo Bosone andrebbe riadattato alle richieste di sensibilizzazione ecologica e di tutela del territorio della provincia. Cosa questo significhi nella pratica lo vedremo analizzando la revisione del piano e valutando le scelte della presidenza sui tanti casi di consumo ed inquinamento del territorio nel pavese.

All’interno del piano d’ambito, il cui compito di attuazione spetta a Pavia Acque, sarebbe previsto un intervento di copertura del Cavo Lagozzo che dovrebbe partire a breve. Saremo a vedere…

Ultima questione emersa durante l’incontro è stata la richiesta da parte di uno dei proprietari dei terreni, colpiti dall’esondazione del Cavo Lagozzo, di un intervento da parte dell’ARPA per verificare il livello di inquinamento del suolo .
Il cittadino ha spiegato di aver fatto tempo fa richiesta al sindaco di un intervento di controllo dell’ARPA sui suoi terreni e di non aver mai ricevuto risposta.

Il presidente Bosone ha sottolineato che è responsabilità del sindaco tutelare la salute dei cittadini ed è di sua competenza inoltrare le richieste di intervento all’ARPA. Pertanto al cittadino è stato suggerito di inviare una raccomandata con la richiesta al sindaco di Voghera e di mettere in copia la Provincia in modo da sollecitare ulteriormente le azioni del primo cittadino.

Ancora una volta invitiamo i cittadini a seguire i prossimi sviluppi della situazione per verificare che le tante promesse vengano rispettate.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close